Il mezzosoprano: le diverse qualità

Il mezzosoprano è una voce intermedia che si pone tra il soprano e il contralto ed è il nome che viene dato alla cantante che la possiede. Questa definizione, come quella del baritono nelle voci maschili, è relativamente recente. Infatti è un concetto che venne creato nel Romanticismo per dare una connotazione a quelle voci di alto che salivano verso tessiture sopranili, erano più adatte ad un repertorio dinamico e d’agilità, ma mantenevano un colore scuro. Spesso, per via delle difficoltà nel trovare vere voci di contralto, il mezzosoprano ricopre anche i suoi ruoli. La sua estensione , solitamente, va dal LA3 al SIb4.

MEZZOSOPRANO LEGGERO: voce ricca, non troppo potente ed agile, è adatta ad un repertorio virtuosistico e spazia dalle note gravi a quelle più acute.

MEZZOSOPRANO LIRICO: è un vocalità ricca di armonici e piena. E’ adatta ad un repertorio legato e cantabile.

MEZZOSOPRANO DRAMMATICO: caratteristica di questa voce è il colore scuro e la potenza che la rendono adatta ad una tessitura centrale e bassa.

 

(per approfindire clicca qui)

Share this post

Luca

Baritono, amante dell'opera e di tutto quello che riguarda i social media. Nella mia vita non ho mai smesso di studiare e credo mai lo farò.

No comments

Add yours